YOX photography

Andrea Merli

Com’è triste la prudenza!

C’è scritto così su uno striscione appeso ai palchi del teatro Valle occupato. Un giorno capiti a Roma e scopri che il teatro Valle si trova dietro l’angolo, a due passi da Campo de’ Fiori. Entri, ti guardi intorno, parli con qualcuno dei ragazzi che occupano la struttura da un paio d’anni. Poi chiedi se è possibile dare un’occhiata al teatro vero e proprio. Certo che è possibile. E un attimo dopo ti trovi in platea, in mezzo alle poltrone di velluto rosso, sul palco uno scaleo, qualche leggio, le luci basse. Senti l’odore di un posto speciale, vivo e prezioso, dove c’è gente che ama profondamente quello che fa. Poi alzi lo sguardo sul ferro di cavallo dei palchi e trovi il lenzuolo con la scritta rossa.

Non tutte le occupazioni sono uguali. C’è quella che schiaccia, chiude gli spazi, blocca i movimenti, calpesta i diritti.

E c’è quella che libera.

.

wP1060085

.

wP1060101

.

wP1060079

.

wP1060119

.

wP1060118

.

wP1060121

.

wP1060129

.

wP1060076

Comments are closed.

Follow

Ricevi aggiornamenti via posta elettronica.

Get updates delivered to your Inbox.